Rivista TD Tecnologie Didattiche TD Magazine n. 25 TD Magazine n. 59 TD Magazine n. 46 TD Magazine n. 21 TD Magazine n. 12 TD Magazine n. 31 TD Magazine n. 3 TD Magazine n. 63 TD Magazine n. 55 TD Magazine n. 22 TD Magazine n. 15 TD Magazine n. 43 TD Magazine n. 28 TD Magazine n. 11 TD Magazine n. 37 TD Magazine n. 32 TD Magazine n. 20 TD Magazine n. 33 TD Magazine n. 4 TD Magazine n. 48

Progetto

S&T DL - Science & Technology Digital Library

logo

Inquadramento

Sotto l’impulso della crescente diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, le pratiche professionali di chi opera nel mondo della formazione e della ricerca e, più in generale, di tutti i “knowledge workers”, stanno cambiando. L’accesso ad informazioni scientifiche recenti, affidabili e accreditate, in questo contesto, ha un ruolo cruciale. Nel progetto Science & Technology Digital Library (S&T DL), il CNR intende realizzare una Digital Library che metta a disposizione di tutti prodotti della ricerca, dati e informazioni riguardanti le attività di ricerca, nonché contenuti digitalizzati di interesse storico e culturale, promuovendone un utilizzo più ampio e diffuso possibile.

L’ITD-CNR collabora al progetto S&T DL per quanto riguarda il WorkPackage8, dedicato allo sviluppo di interventi formativi online attinenti alle tematiche delle Digital Libraries e rivolti a ricercatori del CNR e, in prospettiva, dell’università e di imprese italiane.

In linea con l’Agenda digitale europea (Strategia Eu 2020), il progetto S & T DL è nato nell’ambito di un protocollo tra il MIUR e il CNR, grazie a una Convenzione siglata il 17 luglio 2012 tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l’innovazione tecnologica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, poi confluito nell’AgID - Agenzia per l’Italia Digitale, che ne ha ereditato le competenze.

Obiettivi

Il Progetto intende sviluppare un sistema integrato per l’accesso all’informazione sulla Ricerca &Sviluppo (R & S) rivolto non solo alla comunità scientifica nazionale, ma anche ad una più vasta platea di utenza che costituisce il tessuto sociale e produttivo del Paese (istituzioni, imprese, società civile). Il sistema sarà interoperabile con i principali sistemi informativi nazionali e internazionali e garantirà:

  • l’accesso permanente, certificato ed efficace a risorse informative bibliografiche e documentarie nonché a dati scientifici, tecnici, statistici, attività/programmi di ricerca, expertise, ecc.;
  • l’integrazione totale dei sistemi di gestione e di erogazione di servizi bibliografici, bibliotecari e biblioteconomici;
  • l’integrazione della documentazione, dei prodotti e dei dati tecnico-scientifici resi disponibili da altre istituzioni che operano nel settore della R&S nella logica dell’Open Government e dell’Open Access;
  • lo sviluppo di servizi di formazione e informazione avanzati profilati sulle esigenze dell’utenza;
  • l’implementazione di attività e servizi finalizzati alla valorizzazione e alla conservazione della produzione scientifica nazionale (deposito legale).

In questo contesto, il WorkPackage8 realizzerà un percorso formativo pilota on-line rivolto a giovani ricercatori e tecnologi, nonché a personale non strutturato del settore biomedico operante presso il CNR. L’intervento ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti alcune conoscenze e competenze base sul mondo dell’informazione e della comunicazione scientifica, nonché di avvicinarli e sensibilizzarli alle tematiche della digital scholarship e della cultura “open”. Poiché si presume che i partecipanti siano adulti dotati di buone capacità di autoregolazione dei propri percorsi di apprendimento, l’intervento sarà flessibile e personalizzabile, offrendo la possibilità di scegliere tra diversi moduli e approcci formativi. La progettazione dell’intervento terrà inoltre in considerazione la possibilità di estendere l’offerta formativa ad un pubblico potenzialmente più vasto di quello del corso pilota. Gli aspetti di ricerca affrontati riguarderanno i temi del Self-Regulated Professional Learning (SRPL), il Problem-Based Learning (PBL), la valutazione degli apprendimenti e la progettazione di interventi formativi online.

Attività prevista

Il WorkPackage8 intende adottare un approccio in cui ricerca e sviluppo di un prototipo si intreccino strettamente. Di conseguenza, le attività di progettazione, realizzazione e valutazione di un intervento pilota basato sui principi sopra citati saranno accompagnate da attività di studio, ricerca e sperimentazione dei metodi e delle tecniche che potrebbero favorire un apprendimento problem-based e auto-regolato da parte dei partecipanti. Tra queste, è previsto l’uso di strumenti per la pianificazione, il self-monitoring e l’auto-valutazione degli apprendimenti online. Sarà inoltre messo a punto un ambiente di apprendimento capace di raccogliere dati circa i processi di apprendimento in atto al fine di verificare l’efficacia degli approcci usati.

Risultati attesi

Nel corso del progetto, si prevede di formare un primo nucleo di giovani ricercatori del settore biomedico sulle tematiche attinenti alla comunicazione e informazione scientifica, all’uso di banche dati di informazione scientifica, alla gestione e diffusione dei prodotti della ricerca e alle pratiche innovative della digital scholarship, con particolare riferimento al movimento dell’open science .

I risultati di ricerca riguarderanno i principi di progettazione di sistemi formativi online che stimolino l’autoregolazione dei partecipanti, lo studio dell’efficacia di alcuni strumenti e modalità di apprendimento, i metodi di validazione di sistemi formativi online.

Collaborazioni

CNR-Ufficio Sistemi Informativi - Direzione Centrale Supporto alla Programmazione e alle Infrastrutture (DCSPI)
sistemi.informativi@cnr.it
http://www.si.cnr.it